FAQ - Domande frequenti

In questa sezione del sito troverai le risposte alle domande più frequenti riguardo alla cancellazione.

Mi hanno chiesto denaro per una visura CRIF. Devo pagare?

Se qualcuno ti chiede denaro per una visura CRIF sappi che si sta facendo pagare per fare una attività che puoi fare in autonomia e a costi molto limitati. 
L’esercizio del diritto di accesso ai dati presenti nelle banche dati di titolarità di CRIF è semplice ed a fronte del riscontro ricevuto dovrai corrispondere solo 4 euro (IVA inclusa) nel caso vengano rilevati dati a tuo nome.
Se invece , ci richiedi l’accesso ai dati , ma non vengono rilevate informazioni a tuo nome, ti verrà richiesto il pagamento di 10 euro (IVA inclusa).
L’importo che dovrai pagare è indicato nella lettera di riscontro di CRIF, dove troverai anche le istruzioni per procedere con il pagamento che dovrà essere effettuato al ricevimento della lettera o comunque entro 15 giorni.
CRIF non ha delegato alcuna società o professionista a richiedere per suo conto il pagamento di detti importi. Qualora tu delegassi un soggetto terzo a inviare la tua richiesta di accesso  a CRIF dovrai effettuare direttamente il pagamento; pertanto valuta attentamente eventuali costi del servizio che ti venissero richiesti.

Cosa fa CRIF se richiedo di correggere o integrare i miei dati personali presenti nel SIC?

Se chiedi la correzione o integrazione dei dati presenti sul sistema di informazioni creditizie, l'iter seguito da CRIF è sempre lo stesso, sia che tale richiesta sia presentata da te o da un tuo legale.
In particolare:

  • CRIF non può darti un riscontro immediato, in quanto non può in autonomia modificare o cancellare i dati contestati senza avere un riscontro sulle verifiche da parte dell'istituto di credito che li ha segnalati;
  • CRIF ti fornisce comunque una risposta entro 15 giorni dalla tua richiesta indicandoti l'esito definitivo delle verifiche o il nuovo termine entro il quale riceverai un riscontro (al massimo dopo ulteriori 15 giorni);
  • Se l'istituto di credito non ha fornito riscontro nel corso dei primi 15 giorni, e quindi non è stato possibile chiudere definitivamente le verifiche, CRIF inibisce a chiunque consulti il SIC la visibilità dei dati relativi al rapporto di credito oggetto di verifica, a garanzia dei diritti del consumatore. La visibilità di questi dati, dal 15° giorno in poi, rimane sospesa per il tempo necessario a gestire la pratica in modo definitivo.

Se vuoi inviare una istanza di rettifica dei dati clicca qui.

Posso accelerare la cancellazione o la correzione dei miei dati, pagando?

Non devi pagare per accelerare il processo di cancellazione o correzione dei tuoi dati presenti sul sistema di informazioni creditizie di CRIF.
Diffida di chi promette la cancellazione a fronte del pagamento di denaro. CRIF ha ricevuto diverse lamentele da parte di consumatori che hanno pagato anche più di 1000 euro per tali servizi senza ottenere nulla. Se vuoi accelerare l'iter è consigliabile che tu ti rivolga direttamente all'ente finanziatore (banca o società finanziaria) che potrà rapidamente trasmettere la rettifica o l'aggiornamento dei dati al sistema di informazioni creditizie di CRIF. Ti segnaliamo che CRIF effettua la cancellazione dei dati positivi entro 90 giorni dalla tua richiesta, come previsto dell’art. 6, comma 7 del “Codice di deontologia e di buona Condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti”.

In quanto tempo i miei dati verranno corretti?

Se chiedi a CRIF la correzione o integrazione dei dati presenti sul sistema di informazioni creditizie, CRIF non può darti un riscontro immediato, in quanto non può in autonomia modificare o cancellare i dati contestati senza avere un riscontro sulle verifiche da parte dell'istituto di credito che li ha segnalati. CRIF, presa in carico la richiesta, provvede comunque ad annotare sul SIC l'informazione relativa al fatto che i dati del rapporto di credito sono in contestazione, per un tempo di 15 giorni. Sempre entro 15 giorni dalla tua richiesta CRIF ti fornirà una risposta indicandoti l'esito definitivo delle verifiche o il nuovo termine entro il quale riceverai un riscontro (al massimo dopo ulteriori 15 giorni).
Se l'istituto di credito non ha fornito riscontro nel corso dei primi 15 giorni, e quindi non è stato possibile chiudere definitivamente le verifiche, CRIF inibisce a chiunque consulti il SIC la visibilità dei dati relativi al rapporto di credito oggetto di verifica, a garanzia dei diritti del consumatore. La visibilità di questi dati, dal 15° giorno in poi, rimane sospesa per tutto il tempo necessario a gestire la pratica in modo definitivo. Tale iter è stato normato dal Codice Deontologico.

Conviene richiedere la cancellazione dei dati?

Puoi richiedere la cancellazione soltanto dei dati positivi, cioè delle informazioni sui finanziamenti che sono stati regolarmente rimborsati.
Tuttavia richiedere la cancellazione dei dati positivi non è assolutamente conveniente: infatti, gli istituti di credito che consultano i tuoi dati sul SIC di CRIF avrebbero una visione incompleta della tua situazione creditizia e dei tuoi impegni di pagamento, con la conseguenza che:

  • potresti incontrare difficoltà a ottenere nuovi prestiti o finanziamenti, in quanto la tua "referenza creditizia" sarebbe costituita solo da dati negativi (se presenti) e le informazioni positive che contribuiscono a qualificarti come pagatore puntuale sarebbero del tutto assenti;
  • l'istituto di credito non sarebbe in grado di valutare in modo completo ed oggettivo la sostenibilità di un nuovo finanziamento sul tuo reddito familiare, così come previsto dalla Direttiva sul Credito al Consumo.